Patagonia

Rientro da tre settimane tra Argentina e Cile. Di nuovo quella piacevole sensazione di non sapere in quale giorno della settimana ci si trova. Tanti chilometri a piedi nonostante le mie ginocchia, ma non solo trekking. Interessante la penisola di Valdes anche senza la presenza di orche e balene. In questo periodo la fanno da padroni gli elefanti marini (giganteschi e sempre impegnati a ricoprirsi di sabbia). Punta Tombo con le sue centinaia di migliaia di pinguini e il museo paleontologico intitolato ad Egidio Feruglio di Trelew giustificano ampiamente i giorni spesi in questa zona. Ushuaia, in sè, si è …

New house

Vivo a Milano da quasi dieci anni; non mi piace. Non è la classica presa di posizione del Genovese che sente la mancanza del mare. Apprezzo la città quando è avvolta dalla nebbia, le molte opportunità che sa offrire, la quantità di concerti, mostre ed eventi a disposizione.  In fondo, però, non la sento mia. Nonostante il mio istintivo rifiuto per la capitale della moda e dell’aperitivo ho acquistato casa.  Sentivo il bisogno di un rifugio dove ritornare tra una trasferta e l’altra, un luogo dove anche mia figlia potesse avere i suoi spazi, dove custodire le mie cose e …

Endless River

E’ stato un annuncio inatteso. Da qualche settimana lo tengo a portata di mano ma non trovo il coraggio di ascoltarlo. per alcuni non ha il diritto di essere catalogato come disco dei Pink Floyd. Io stesso ho paura che ci sia troppo di Gilmour. E la copertina non è opera di Strorm. Waters viaggia solo da tempo e Wright purtroppo non e’ piu tra noi. I testi dell’unica pezzo cantato sono poi di Polly (che la mia parte talebana e oltranzista non vorrebbe nemmeno sentire nominata). Insomma le premesso sono perlomeno preoccupanti. In ogni caso e’ qualcosa che non si …

Uzbekistan – La via della seta

Di ritorno dall’Uzbekistan. Non è stata un viaggio memorabile, è mancata soprattutto l’alchimia con i compagni di viaggio. L’organizzazione è stata inoltre decisamente approssimativa. Conclusi i doverosi mugugni, restano i ricordi: Una popolazione incredibilmente accogliente e simpatica. Khiva, fantastica con i suoi vicoli, le mura, le moschee e la torre colorata. Bukhara, con il bazar, ed il tramonto sulla piazza principale con il minareto, la madrassa e la moschea. Samarcanda, con la visita al mausoleo di Tamerlano (in perfetta solitudine, alla sera). Aumenta comunque la voglia di continuare con la via della seta, magari partendo dall’Italia a bordo di un …

Cuba

Di ritorno da Cuba. Circa 2000km in 12 giorni. Alcuni luoghi sono incredibilmente belli (Vinales, Baracoa, Havana Vieja, Trinidad, Cienaga de Zapata), altri mi sono sembrati terribili (Cienfuegos, Camaguey, il centro di Havana). Come previsto i cubani che non hanno contatti con i turisti vivono in condizioni che definire precarie è certamente riduttivo. La propaganda è a livelli esasperati e sinceramente dopo qualche giorno diventa fastidiosa anche per chi non è coinvolto direttamente. La piccola mirrorless ha confermato le aspettative. Compatta e leggera ma con grandi qualità ottiche. Se i tele fossero già disponibili il grande salto si rivelerebbe più …

Mirrorless

In rete si registra un grande fermento attorno alle mirrorless “X” della Fuji. Da anni scatto con un reflex Fuji (S5 pro) e ottiche Nikon. Beh, non sono riuscito a resistere. Domani partirò per Cuba con in più una X-E1 acquistata ad un prezzo veramente stracciato. La tentazione di ridurre definitivamente peso e ingombri del corredo è fortissima. Da qualche tempo inseguo una full-frame ma la D800 è economicamente inavvicinabile. Forse è tempo di una rivoluzione. Vado a preparare il bagaglio in trepidante attesa delle prime recensioni sulla X-T1 (ha delle ghiere bellissime :-))… Magari in Uzbekistan….

A.A. (Ancora Algeria)

Sono rientrato dall’ennesima missione in Algeria. Dovremmo essere vicini alla conclusione. Alla “base de vie” sono iniziati i lavori di smobilitazione. Impianto oltremodo complicato, sembra che i problemi non finiscano mai. Dal punto di vista professionale resta una grande esperienza, ma che fatica! Molta pioggia ma temperature accettabili. Nota positiva: ho ritoccato tutti i miei personali (chilometro, 5k e 10K) !

Lione

Le ultime settimane sono state, come previsto, piuttosto complicate. Senza nessuna ragione particolare, ma tenere insieme tutto a volte non mi è semplicissimo. Sono praticamente due mesi che non muovo un muscolo, devo liberarmi da questo stato di torpore atletico e riprendere seriamente a macinare chilometri. Ne guadagneranno sia l’umore che la salute. Tornando alle buone notizie ho scoperto che Lione è una città bellissima. Bella l’architettura, belli i negozi e bella gente. Ho fatto delle foto penose, ma è consigliata vivamente per un weekend. Non sembra nemmeno di essere in Francia :-).

Marocco

La frequenza delle trasferte si è incrementata vertiginosamente. Come effetto collaterale immediato ho interrotto l’attività podistica a causa di un principio di bronchite. Come sia possibile che ogni missione ad Arzew venga accompagnata da questo genere di problema proprio non lo riesco a spiegare. Da registrare anche una settimana spesa in Marocco, con momenti anche complicati (lavorativamente parlando) ma con un gran bel fine settimana a Marrakesh, documentato da qualche scatto soddisfacente.

C’eravamo abbastanza amati

Negli ultimi due-tre anni ho ascoltato questo EP fino allo sfinimento. Solo sul divano, ad un volume poco consono ad un bilocale separato da pochi centimetri di mattone dai vicini.  Il pezzo che da il titolo all’intero EP è, secondo il personalissimo parere dello scrivente, una delle cose più profonde e toccanti che siano mai giunte alle mie orecchie. Secco, asciutto, essenziale. E poi i due pezzi con Manuel Agnelli: Oceano di Gomma e Piromani. Di pezzi così ne viene fuori uno ogni dieci anni.